ALD Automotive

Shop ALD Automotive > Magazine > Vantaggi fiscali noleggio a lungo termine, tutto quello che c'è da sapere

Torna al Magazine
Article Image
30/09/2021

Vantaggi fiscali noleggio a lungo termine, tutto quello che c'è da sapere

Capire e conoscere i vantaggi fiscali del noleggio a lungo termine, non è sempre semplice e scontato. Molte volte, infatti, gli utenti non riescono a districarsi all’interno delle varie differenze fiscali e non, che contraddistinguono il noleggio dalla deducibilità dei costi alla detraibilità totale ai fini IVA. Molti dubbi (ma anche molte agevolazioni), inoltre, provengono anche dal tipo di uso che si fa del mezzo e in quale precisa categoria esso possa essere inserito. Con questa breve guida, vogliamo dunque tentare di fare chiarezza sui maggiori quesiti che riguardano i vantaggi fiscali del noleggio a lungo termine.

 

Deducibilità noleggio a lungo termine: chi ha diritto a quella totale?

 

Uno dei principali aspetti fiscali del noleggio a lungo termine è quello della deducibilità totale dei costi: chi ne ha diritto? Come può calcolarlo? Sono queste le principali due domande che molti clienti si pongono a riguardo.
Innanzitutto cominciamo col dire che il diritto alla deducibilità totale del noleggio a lungo termine è valido esclusivamente per:

 

  • Veicoli adibiti ad uso pubblico;
  • Veicoli utilizzati esclusivamente come beni strumentali all’attività dell’impresa.

 

Ma cosa si intende, però, per veicoli strumentali? Per veicoli strumentali, si fa riferimento a quei mezzi che sono essenziali allo svolgimento dell’attività dell’impresa, tanto che l’attività stessa non potrebbe essere svolta senza di essi. Di seguito una piccola tabella esplicativa:

DeducibilitàDetraibilità
NoleggioServiziNoleggioServizi
100%100%100%100%

 

Ok, abbiamo analizzato la deducibilità del noleggio a lungo termine per quanto riguarda i veicoli strumentali. Ma per quelli non strumentali? Ovvero, per tutti quei casi in cui il veicolo non può essere considerato strumentale all’attività d’impresa (ossia indispensabile) ma è a disposizione della stessa?

Ecco un’altra tabella che può chiarire qualsiasi dubbio:

DeducibilitàDetraibilità
NoleggioServiziNoleggioServizi
20%

(Fino a € 5.164,57

con ragguaglio annuo

e limitatamente

al singolo veicolo)

20%40%40%

 

Deducibilità noleggio a lungo termine: chi ha diritto a quella parziale?

 

Ovviamente, all’interno degli aspetti fiscali del noleggio a lungo termine, non c’è solamente la deducibilità totale, ma anche quella parziale. Ma chi, precisamente, ha diritto a questa agevolazione?
Innanzitutto possono godere di queste agevolazioni fiscali i veicoli concessi ad agenti di commercio e rappresentanti: ovvero coloro che assumono, stabilmente e dietro retribuzione, l’incarico di promuovere contratti in una zona determinata, avvalendosi di una propria autonoma organizzazione e a proprio rischio.

 

La principale differenza tra agente e rappresentante di commercio è che quest’ultimo, oltre a promuovere la conclusione di contratti, ha anche il potere di concluderli in nome e per conto del soggetto a favore del quale presta la propria opera.

DeducibilitàDetraibilità
NoleggioServiziNoleggioServizi
80%

(fino a € 5.164,57

con ragguaglio annuo

e limitatamente

al singolo veicolo)

80%100%100%

 

Gli agenti e i rappresentanti di commercio, però, non sono le uniche categorie a poter trarre dei benefici da questi vantaggi fiscali. A rientrare all’interno di questa categoria, infatti, ci sono anche i veicoli concessi a professionisti o esercenti arte e professione in forma individuale;
Si possono definire tali coloro che avvalendosi di uno specifico titolo di studio, svolgono attività di carattere intellettuale senza avere datori di lavoro e con un impiego minimo di persone, mezzi e capitali.

DeducibilitàDetraibilità
NoleggioServiziNoleggioServizi
20%

(fino a € 5.164,57

con ragguaglio annuo

e limitatamente

al singolo veicolo)

20%40%40%

 

Infine, anche le società (solo di alcuni specifici tipi costitutivi) hanno diritti a dei vantaggi fiscali sui costi del noleggio a lungo termine.

 

Le società semplici e le associazioni, infatti, sono tra queste e si differenziano poiché la prima è una società di persone che può esercitare solo attività non commerciali ed è iscritta in una sezione speciale del registro delle imprese. La seconda, invece, è un ente senza finalità di lucro costituito da un insieme di persone fisiche o giuridiche legate dal perseguimento di uno scopo comune. La tabella di riferimento, è la stessa dei professionisti o esercenti arte e professione in forma individuale.

 

Che cos’è l’utilizzo promiscuo di un mezzo e quando si verifica?

 

Una delle domande più frequenti per le persone che utilizzano un mezzo a scopi lavorativi, è quella relativa all’uso promiscuo. Esso, infatti, si verifica nei casi in cui il mezzo di trasporto viene utilizzato sia per finalità lavorative che per esigenze personali. Ed anche lui ha una propria tabella specifica:

DeducibilitàDetraibilità
NoleggioServiziNoleggioServizi
70%70%40%40%

 

Un’ulteriore specifica fiscale, nel caso di utilizzo promiscuo del mezzo, avviene poi quando il veicolo sia consesso in uso promiscuo a dipendente per un periodo inferiore alla maggior parte del periodo d’imposta (< 180 gg + 1):

DeducibilitàDetraibilità
NoleggioServiziNoleggioServizi
20%

(fino a € 5.164,57

con ragguaglio annuo

e limitatamente

al singolo veicolo)

20%40%40%

 

Quando un mezzo si può definire autocarro?

 

Un’ulteriore differenziazione che si deve fare, quando si parla degli aspetti fiscali di veicoli a noleggio a lungo termine e non solo, è quella tra autovettura e autocarro.

Per quest’ultimi, infatti, c’è una fiscalità apposita che bisogna tenere in considerazione.
Ma quando scatta la differenziazione tra autovettura e autocarro? Si parla di quest’ultimo solo quando il veicolo è destinato al trasporto di cose o persone addette all’uso o al trasporto delle cose

Per quanto riguarda, invece, i vantaggi fiscali ci sono 3 elementi precisi che vanno considerati e dipendono da come sia stato immatricolato il libretto di circolazione.

L’autocarro, infatti, non potrà beneficiare della deducibilità integrale se il libretto di circolazione riporta congiuntamente queste indicazioni:

  • Immatricolazione come N1;
  • Codice carrozzeria F0 (effe zero);
  • Numero posti consentiti per conducente e passeggeri di quattro o più.

Qualora siano presenti tutte e tre le caratteristiche sopra riportate, per poter utilizzare i vantaggi fiscali, è necessario ricorrere alla formula:

Se il rapporto è < 180, il veicolo può essere considerato anche fiscalmente autocarro pertanto i costi sostenuti sono deducibili al 100% (e l’iva detraibile al 100%).
Se rapporto è >= 180, l’autocarro dovrà essere considerato fiscalmente come autovettura e la deduzione dipenderà dall’uso del mezzo.

 

IVA: quando la detraibilità è totale e quando è parziale

 

Un ultimo approfondimento è importante effettuarlo riguardo quali veicoli possono essere conteggiati per una detraibilità totale ai fini IVA e quali per una detraibilità parziale.

 

Detraibilità totale:

  • Veicoli utilizzati come beni strumentali;
  • Veicoli adibiti ad uso pubblico
  • Agenti di commercio e rappresentanti
  • Autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e di cose carrozzati a pianale o a cassone con cabina profonda o a furgone anche fenestrato con motore di cilindrata superiore a 2.000 centimetri cubici o con motore diesel superiore a 2.500 centimetri cubici che formano oggetto dell’attività d’impresa.

 

Detraibilità parziale:

  • Veicoli in uso a professionisti
  • Veicoli in uso promiscuo
  • Veicoli non assegnati

 

In tutti questi casi l’IVA è detraibile al 40%.

Potrebbe interessarti anche:

Rinnova o modifica la tua autorizzazione ai cookie